Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Ronde Valtiberina 2015

La gara, penultimo atto Challenge Raceday 2014-2015, organizzata da Valtiberina Motorsport, sarà uno degli eventi in cui gli osservatori di ACI Team Italia saranno presenti per vedere all’opera i giovani talenti dell’Italia da rally. Iscrizioni aperte dal 30 gennaio al 19 febbraio.

Scopri il calendario 2015 dei rally in Toscana.

Immagine allegata al comunicato stampa (Foto Zini).

Arezzo, 27 gennaio 2015 – La Ronde Valtiberina, penultimo atto del Challenge CSAI Raceday Ronde Terra 2014/2015, in programma per 28 febbraio-01 marzo, quest’anno organizzata interamente da Valtiberina Motorsport, sta avviandosi verso l’apertura delle iscrizioni, prevista per venerdì prossimo 30 gennaio.

Il lavoro organizzativo procede al meglio, tutti i dettagli si stanno posizionando al loro posto ed in più, la ronde quest’anno avrà l’onere ed anche l’onore di essere un palcoscenico importante per i giovani talenti dell’Italia da rally. L’Automobile Club d’Italia, infatti, ha designato la gara tra quelle dove saranno presenti gli Osservatori e i Tutor di ACI TEAM ITALIA. Tutti i giovani piloti di un'età compresa tra i 18 e i 23 anni che si stanno avvicinando allo sport automobilistico e che parteciperanno alla gara avranno un'opportunità in più per entrare in contatto con gli Osservatori di Aci Team Italia, farsi conoscere e far analizzare "sul campo" le proprie prestazioni.

AREZZO SARA’ IL CUORE PULSANTE DELLA GARA

L’evento, inserito nel calendario dell’Open Rally Toscano, è stato nuovamente pensato per avere Arezzo come quartier generale, quindi mantenendo il proprio nome in “9. Città di Arezzo – Ronde Valtiberina”. Come già accaduto per il 2014, sarà assai forte la sinergia con l’Amministrazione Provinciale di Arezzo, con l’Assessorato allo Sport del Comune di Arezzo, il Comune di Anghiari, ed ovviamente della locale delegazione Aci, nella persona del Delegato Provinciale Paolo Volpi. Non da meno sarà ancora forte la collaborazione di tutte le Forze dell'Ordine coinvolte a vario titolo nel controllo e gestione della manifestazione ed una menzione particolare deve essere fatta per Piero Comanducci. Persona di forte richiamo in ambito rallistico non solo nazionale, con le sue riprese video ha contribuito per anni a conferire una forte immagine alle corse su strada e per questa gara ha lavorato con passione dallo scorso anno affinché arrivasse ad avere Arezzo come location esclusiva.

SFIDE EMOZIONANTI SULL’ALPE DI POTI

Invariata la prova speciale, da percorrere quattro volte, secondo la norma delle Ronde. L’Alpe di Poti, di 14 chilometri, è luogo di culto di molti appassionati. Siamo di fronte ad una “piesse” che ha segnato la storia mondiale della specialità, avendo ospitato a più riprese i passaggi del “Sanremo” negli anni d’oro e del “San Marino”, con il celebre “Salto di Poti”, arena naturale da dove si può vedere in sicurezza l’allungo e la curva prima del salto, il dosso e la bellissima “esse” che segue.

LOCATION ESCLUSIVE E LOGISTICA FUNZIONALE AL MASSIMO

Ad Arezzo la gara troverà nuovamente tutti i presupposti per eccellere: ampi spazi, luoghi prestigiosi e grande funzionalità logistica: sarà previsto il quartier generale presso il celebre Hotel Continentale, il Parco di Assistenza, i riordinamenti saranno organizzati nella zona dello stadio cittadino mentre la cerimonia di partenza e l’arrivo saranno da Via Roma, il “salotto buono” della città della celebre Giostra del Saracino.

LA NOVITA’ DELLO SHAKEDOWN

Novità introdotta quest'anno sarà lo Shakedown. Verrà organizzato su un tracciato di 2.3 chilometri, allestito in una strada nuova ma comunque in una zona a forte tradizione rallistica, mai utilizzata in passato dalle competizioni. I concorrenti potranno fare un massimo di cinque passaggi e saranno accettate soltanto le prime 40 vetture che ne faranno richiesta, con un costo di 100 Euro.

Novità anche per gli orari della gara. La partenza della prima prova speciale al mattino della domenica sarà posticipata di mezz'ora rispetto al 2014, cosa che ai concorrenti si prevede possa permettere di limitare il rischio di ghiaccio o nebbia , oltre a permettere un più agevole afflusso del pubblico lungo il teatro delle sfide.

Lo scorso anno, l’8° Città di Arezzo - Ronde Valtiberina, conobbe la vittoria dei veronesi Luca Hoelbling e Mauro Grassi, su una Ford Fiesta WRC (nella foto, sopra, di A.Zini), con il resto del podio andato nelle mani di Romagna-Lamonato (Ford Focus WRC) e Grossi-Pavesi (Mitsubishi Lancer EVO IX gr. R).

(MGT Comunicazione, comunicato stampa 27 gennaio 2015)

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Info Provincia di Arezzo

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU