Contenuto Principale

Chianti d’Autunno 2014

Prende il via la kermesse del vivere in campagna chianti autunno. Parchi, musei, cantine e frantoi aperti in otto Comuni del Chianti. Un ricco programma di eventi con degustazioni, mostre, concerti, spettacoli teatrali, presentazioni di libri, escursioni, percorsi trekking, ecomaratone, visite guidate nelle fattorie del territorio. Olio e vino i principi indiscussi della rassegna in programma fino all’Immacolata. Da domenica 12 ottobre all’8 dicembre Chianti d'Autunno riempirà piazze e borghi di otto comuni del territorio fiorentino e senese con i colori e i profumi dell'Autunno. Prende il via la nona edizione della kermesse dedicata al vivere in campagna, la rassegna culturale ed enogastronomica che propone culture e piaceri legati al buongusto e alle produzioni tipiche. Oltre quaranta i ristoratori che interpreteranno in chiave contemporanea piatti e segreti della cucina povera.

Per quasi due mesi il territorio chiantigiano si tradurrà in un’unica grande realtà tappezzata di musei, cantine, frantoi e spazi dedicati alla enogastronomia chiantigiana. La rassegna è stata promossa e organizzata dai Comuni di Barberino Val d’Elsa, Castellina in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Gaiole in Chianti, Greve in Chianti, Radda in Chianti, San Casciano Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa.

“Chianti d’Autunno” è anche un viaggio tra i sapori che si propone di riscoprire la cucina delle origini, delle tradizioni chiantigiane, quella che utilizza gli avanzi, punta al risparmio e fa appello alla fantasia. Sono oltre 40 i ristoratori del Chianti che tornano a rielaborarla in chiave contemporanea, protagonisti di un itinerario eno-gastronomico e ideatori di menù elaborati per l’occasione sotto il nome di “Quinto, quarto e dintorni”. Cento piatti diversi, cento cavalli di battaglia firmati dai maestri cucinieri del Chianti che nel corso della manifestazione propongono a prezzi modesti in alcuni dei ristoranti più accreditati del territorio.

Visualizza il programma completo (formato PDF) delle iniziative: clicca qui.

(Comune di Barberino Val d’Elsa, comunicato stampa)

Web Soft