Contenuto Principale

Tuscany Bike Challenge: la presentazione del Presidente

Bicicletta e territorio, sport e tradizioni enogastronomiche. Tutto questo è il Tuscany Bike Challenge, il primo circuito di Gran Fondo Ciclosportive realizzato in collaborazione con Vetrina Toscana. Un nuovo modo di vedere, concepire e vivere il ciclismo, con un connubio ideale tra atleta e territorio, dove gli appassionati da tutto il mondo, possano vivere nel migliore dei modi, e secondo i propri desideri, il mondo della bicicletta.

Immagini allegate al comunicato stampa.

La ciclosportiva nasce nel 2015 in Toscana insieme al circuito Tuscany Bike Challenge. Un nuovo modo di affrontate una granfondo.

La granfondo Ciclosportiva non è agonistica e non è cicloturistica.

Le ciclosportive, prevedono una partenza con il chip ma non avranno classifiche né premiazioni individuali per merito, i soli premiati sono le società con il maggior numero di chilometri percorsi (con bonus anche per la distanza percorsa per recarsi nella località della manifestazione) e un bonus punti per tutte le società che porteranno al traguardo almeno 10 tesserati nell’arco di 30 secondi, e tutti quei fortunati, fra i migliori 100 tempi realizzati, che verranno sorteggiati alle premiazioni.

Parliamo di tempi realizzati perché non viene cronometrata tutta la granfondo, come indicato nel regolamento:

"La partenza, i trasferimenti in pianura e in discesa, che portano alla tratta cronometrata successiva e/o all’arrivo, non sono cronometrati e pertanto non verranno conteggiati in nessuna classifica."

Ci saranno 1, 2 o 3 tratti con il rilevamento del tempo di percorrenza.

I tratti saranno ben definiti e segnalati dalla presenza di cartellonistica, saranno di varia difficoltà e di varia morfologia, (alcune salite o tratti vallonati con i caratteristici “mangia e bevi toscani”, es. nella Granfondo Città di Pisa verrà cronometrata, fra l'altro, l'ascesa del monte Serra). Dalla somma di questi rilevamenti saranno selezionati i migliori 100 tempi, sia del percorso lungo che del percorso medio e fra questi avverrà il sorteggio di 15 uomini e 5 donne per ogni percorso (medio e lungo). I servizi ai ciclisti saranno gli stessi delle granfondo tradizionali: presidi agli incroci, moto staffette, (dove è prevista la partenza in gruppo e non alla francese), ristori sul percorso degni delle migliori cicloturistiche, con le eccellenze enogastronomiche dei territori attraversati, pacco gara e pasta party finale, docce e tutto il bike village Open Tuscany Area a disposizione.

Meno competizione... più passione! Queste sono le Ciclosportive, questo è il Tuscany Bike Challenge vi aspettiamo in Toscana.

(Paolo Aghini Lombardi, Presidente del Comitato Organizzatore del Tuscany Bike Challenge)

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU