Contenuto Principale

WineTown 2013

Degustazioni, musica e cultura nei palazzi storici: venerdì 17 e sabato 18 maggio 2013 dodici grandi dimore storiche fiorentine apriranno i loro cortili e giardini per la quarta edizione dell’ormai consolidata manifestazione che vede l’intreccio inusuale di degustazioni di vino di qualità, concerti e spettacoli.

La due giorni che inebria di gusto, profumi e musica il cuore di Firenze permette di scoprire, degustare e godere il vino di qualità, ascoltando i concerti che si concentreranno a Palazzo Pitti, Bargello e Loggia del Grano o assistendo a spettacoli teatrali di grande suggestione nei palazzi che si snodano tra via Tornabuoni, via del Proconsolo e l’Oltrarno.

Accanto a marchi storici come Antinori, Mazzei, il Borro di Ferragamo, il Consorzio del Chianti Classico, Rocca delle Macie, Ruffino, Davide Bonucci dell’Enoclub Siena ha selezionato sulla traccia del “Sangiovese Purosangue” piccole aziende che rappresentino diverse specificità di questo vitigno storico.

“La selezione dei produttori ospitati in Palazzo Pitti - afferma Bonucci - rappresenta il risultato di un percorso che dura da almeno due anni. Si tratta di un gruppo apparentemente eterogeneo che trova una sua unità nella coltivazione attenta e sensibile dello stesso vitigno, il Sangiovese delle varie aree vocate che fanno parte del progetto "Sangiovese Purosangue”.

Durante WineTown sarà possibile percorrere un viaggio tra le zone di produzione, accompagnati da tanti piccoli produttori di valore, con vini dal timbro rigorosamente autoctono”.

Il cibo di strada e la grande cucina - Sabino Berardino ha ideato per questa edizione di WineTown una formula che abbattesse la rigida separazione tra cibo di strada e alta cucina, identificando nella qualità della materia prima il vero spartiacque tra buona e cattiva ristorazione. Così come per le degustazioni, gli spettacoli e i concerti, sarà possibile compiere un vero e proprio viaggio specifico su tema cibo, ma questa volta fuori dai Palazzi, nelle piazze. Venerdì e sabato, dalle 15 alle 23, grandi interpreti della tradizione del cibo quotidiano, provenienti da varie parti d’Italia, conquisteranno i visitatori di WineTown.

Tra tanti esperti del gusto non poteva mancare la birra che in Toscana vanta produttori di grande livello. Luca Gatteschi ne ha selezionati tre - il Birrificio del Forte, il Piccolo birrificio clandestino e Olmaia - per far scoprire a chi pensa che le birre siano solo “bionde” che esistono birre per dissetare, birre da aperitivo, da meditazione o selezioni da abbinare al cibo. In Palazzo Pitti e alla Loggia del Grano.

(WineTown, comunicato stampa. Guarda anche la scheda mangiare e dormire a Firenze e dintorni)

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU