Contenuto Principale

Crazyrun 2014: tappa 5

Siamo giunti all'ultima tappa (la quinta) del primo giorno di gara: scopo di questa prova è risolvere l'indizio per raggiungere l'hotel dove pernotteremo la sera. Al check point dell'albergo saranno solo 7 i team rimasti in testa con zero penalità. Il team ToscanaGo risale ancora una posizione in classifica portandosi al 21° posto.

Foto copyright ToscanaGo © Tutti i diritti riservati.

Siamo all'ultima prova della giornata: va trovato l'hotel dove pernotteremo altrimenti ci attende una notte all'addiaccio, visto che non abbiamo nemmeno una tenda da boyscout... e allora diamoci da fare! Torniamo all'auto e apriamo la busta: per individuare il nostro albergo (dove ci attende la cena, la festa notturna e un meritatissimo riposo) occorre usare la tecnica dello gnomone, l'antico orologio che funzionava proiettando la propria ombra sulle varie ore a seconda della posizione del sole.

Che fare? Cercare di risolvere l'indovinello oppure seguire qualcuno che sta partendo per guadagnare tempo? In realtà c'è un solo equipaggio i cui componenti si stanno scervellando con una canna di bambù in mano che hanno recuperato tagliandola ai bordi della riserva Diaccia Bortone... chissà poi se in un'area naturale si possono tagliare le canne! In realtà li vediamo in affanno.

Proviamo a capire dalle istruzioni il perchè delle loro perplessità ma dopo pochi secondi mi rendo conto che per risolvere l'indovinello non serve nemmeno seguire le istruzioni degli organizzatori: c'è un modo più semplice che mettersi con un righello ad unire le linee sul foglio per ottenere il nome dell'hotel... mentre corriamo alla macchina cerco su google attraverso il cellulare un programma di anagrammi online, ci inserisco le 9 lettere dell'indizio e il gioco è fatto: premendo invio tra i vari risultati ne esce uno che è senza dubbio il nostro obiettivo: Golf Hotel a Punta Ala!

Accendo il motore e partiamo per Punta Ala. Durante il percorso non mi sfiora nemmeno l'idea che gli organizzatori della CrazyRun siano in procinto di giocarci uno scherzetto davvero diabolico... arriviamo in hotel e non troviamo in check point: cioè, il check point è all'interno dell'albergo ma non capiamo in quale punto: nel parcheggio, in reception...? Girando all'interno del Golf Hotel scopriamo dove lo hanno piazzato: in piscina! O meglio... al centro della piscina!

E ora? Come si firma? Una voce grida dal centro della piscina... è l'addetto al check point numero 5: "Se vuoi posso firmare io, ma se non ti butti in piscina il tuo team riceverà 3 punti di penalità!" Sinceramente non ci ho pensato due volte. Mi sono buttato in acqua così com'ero, con il saio da frate, togliendomi solo le scarpe: "Ne abbiamo già anche troppi di punti di penalità, questi tre non li becco davvero!" è stata la mia risposta avvicinandomi al centro della piscina e il cameraman, vedendomi vestito da frate, mi ha fatto eco con una battuta: "Pensavo tu riuscissi a camminare sull'acqua come Gesù!"

Sono 7 i team che hanno ancora zero penalità, quindi al momento in testa: Scolaretti, #mokambo, The Black Panthers, McQueen, Fagiano Team, TuttoNoMaPigia e Osso Garage. Il team ToscanaGo guadagna una posizione e si porta dal ventiduesimo al ventunesimo posto. Classifica completa su www.crazyrun.org.

Il team MacGlass alza bandiera bianca: i problemi di raffreddamento alla Chrysler PT Cruiser con cui la squadra sta partecipando alla gara, iniziati fin dalla seconda tappa, non lasciano scampo e dopo varie peripezie (il team resta anche a piedi in autostrada) e soste in officina, nonostante tutti i tentativi di resistere fino all'hotel, bruciano la guarnizione di testa e vengono soccorsi dall'auto di servizio della Crazyrun che alle ore 21 circa raccoglie i componenti di Mac Glass in attesa sul ciglio della strada.

Bene, bene, finalmente possiamo "staccare" la spina e rilassarci: sono più o meno le cinque del pomeriggio, il sole splende su Punta Ala, l'acqua della piscina è meravigliosa e al coperto abbiamo anche un'intera area benessere SPA a nostra disposizione con idromassaggio, sauna, bagno turco, saletta relax, docce emozionali... la serata si "preannuncia" interessante! Cosa succederà dopo cena? Ci attende la festa Crazyrun con musica, cocktail e le interviste pazze ai componenti dei vari team in gara!

(Andrea Gervasi, 22 giugno 2014. Leggi anche Crazyrun 2014: tappa 4 e Crazyrun 2014: tappa 6)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Info Provincia di Grosseto

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU