Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Il mulino di Orbetello

Costruito dai senesi nel Quattrocento per la macinazione del grano fu restaurato dagli spagnoli ed è oggi l'unico rimasto dei 9 edificati all'epoca sulla laguna di Orbetello.

Nel Quattrocento i senesi costruirono 9 mulini in linea nella laguna di Orbetello, ai piedi dell'Argentario: all'epoca funzionavano grazie alla forza dell'acqua (che entrava ed usciva dalla laguna con flussi e riflussi ogni 6 ore) con la quale venivano fatte girare le macine per la produzione di farina dal grano portato con i cosiddetti barchini tipici della zona.

Fotografia di Andrea Falasca.

Nel 1557 la città di Orbetello divenne la capitale del piccolo Stato dei Presìdi (creato per volontà del re di Spagna Filippo I e di cui facevano parte anche Porto Ercole e Porto Santo Stefano) ed i mulini vennero restaurati dagli spagnoli con pale a vela iniziando a sfruttare la forza dei venti grazie al loro sapiente orentamento: quattro a maestrale e cinque a scirocco.

Dei nove mulini oggi ne rimane solo uno: lo trovate sulla punta occidentale di Orbetello, all'inizio della diga fatta costruire nel 1842 dal Granduca Leopoldo II e che collega la città con l'Argentario.

(ToscanaGo, 12 agosto 2013)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


ToscanaGo declina ogni responsabilità sull'uso di immagini ed audio presenti nel video. Per qualsiasi violazione di diritti d'autore o altro rivolgersi a Youtube.com sui cui server si trovano i video che la nostra pagina visualizza semplicemente.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Web Soft