Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Crazyrun 2015: tappa 7

Crazyrun 2015Seconda tappa del secondo giorno: la strada ricomincia a salire... la montagna diventa nuovamente l'habitat nel quale dare gas alle proprie vetture, in salita, fino a Seravezza dove una cabina del telefono pubblica sta squillando a più non posso...

Foto copyright ToscanaGo © Tutti i diritti riservati.

Ricominciano le salite per la Crazyrun 2015: strade di montagna che salgono portando le vetture a dominare il mare dall'alto, in splendidi scenari circondati dal marmo di Carrara.

La sceneggiatura delineata dagli organizzatori sembra trasformarsi in un film americano: ricordate le vecchie cabine del telefono, quelle che il serial killer di turno fa squillare in maniera inquietante attendendo l'arrivo del poliziotto buono che cerca di fermarlo?

Siamo a Seravezza, in provincia di Lucca, e la Crazyrun sa stupirci ancora una volta: c'è una vera cabina del telefono pubblica, in questo sperduto ma grazioso paesino toscano, che ogni 5 minuti esatti squilla finchè qualcuno non risponde... qualche crazyrunner, speriamo, perchè l'indizio che viene dato dalla voce che parla è indirizzato ai partecipanti alla corsa più pazza d'Italia!

Ma non è finita qui! Per poter ricevere meno penalità possibili, e quindi proseguire versola corsa e ambire ad una possibile vittoria della Crazyrun 2015, occorre anche scoprire il numero identificativo da chiamare per contattare l'apparecchio telefonico pubblico al quale si è risposto.... facile, no?

(Andrea Gervasi, 1° luglio 2015. Leggi anche Crazyrun 2015: tappa 6 e Crazyrun 2015: tappa 8)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Web Soft