Lucca in Bicicletta. Tra Ciclabili e Sport

Per scoprire le bellezze di Lucca e dei suoi dintorni è preferibile munirsi di una bicicletta che possiamo comodamente noleggiare da vari negozi di cicli nel centro o nel piazzale della Stazione ferroviaria.

Il primo ed immancabile giro di Lucca in bicicletta è quello sulle sue antiche mura, pedonabili e ciclabili, che da oltre 500 anni difendono e abbelliscono la città. Il giro completo è di 4,2km, sul tempo di percorrenza non diamo indicazioni, perché a parte il ritmo di pedalata possono influire le soste per ammirare lo skyline delle chiese e delle torri del centro, i magnifici giardini di Palazzo Pfanner o le ville Liberty fuori delle mura, nonché le tappe nei caffè storici situati negli antichi bastioni.

Partendo invece dalla Stazione di Lucca è possibile seguire il percorso ciclo-pedonabile del Nottolini, seguendo il percorso dell’acquedotto ideato dall’architetto Nottolini per volere di della duchessa Maria Luisa di Borbone. Dal tempietto di raccolta delle acque inizia il percorso lungo le arcate, interrotte dall’attraversamento dell’autostrada, cha avviene tramite un ponte, fino ai bacini di raccolta delle acque del monte pisano. Qui insieme al tempietto di Guamo si trova il parco ‘Alle parole d’oro’ che consiste in una serie di strutture (serre, cisterne e condotte sotterranee intuibili dai bottini d’ispezione) concepite per la raccolta dell’acqua, luogo ideale per una sosta prima della ripartenza verso la città. Per i più sportivi un bel giro è quello offerto dalla Ciclabile Puccini, così denominata in onore del grande compositore lucchese. La ciclabile tocca infatti tutti i luoghi della vita del Maestro, dai boschi della valle del Serchio, dove si trova la casa degli avi a Celle Puccini, alla città murata dove nacque nella casa di corte san Lorenzo, al lago di Massaciuccoli e alla Versilia dove visse gli ultimi anni della sua vita. La ciclabile parte da Ponte a Moriano, comune a nord di Lucca, e costeggia per 40km il fiume Serchio nel suo Parco fluviale.

Costeggiata la città si arriva fino alle rovine del Castello di San Paolino a Ripafratta, inoltrandosi poi nella zona agricola fino al Lago di Massaciuccoli. Il percorso finisce all’ingresso dell’Oasi Lipu da cui partono alcuni chilometri di passerelle consentono di inoltrarsi a piedi tra falaschi e canneti, fino a raggiungere il chiaro dove, in autunno, sostano numerosi uccelli migratori. Per chi invece vuole coprire una tratta della storica via dei pellegrinaggi può percorrere la ciclabile Francigena che parte da Lucca e arriva a Camaiore, ricalcando la 27° tappa del cammino.

Il percorso con partenza dal centro di Lucca prosegue attraversando il Serchio e lungo il torrente Contesola fino a salire sul Monte Magno e scendere verso Camaiore. Il percorso è immerso nel verde delle colline, tra boschi e antiche ville fuori porta. Alcune soste sono possibili lungo l’argine del torrente o in qualche bar/trattoria.

toscana, sport, lucca



ToscanaGo non è un'agenzia di viaggi o un tour operator: non ci occupiamo di prenotazioni alberghiere nè vendiamo o rivendiamo pacchetti turistici o altro.
ToscanaGo è un blog personale, non periodico, nel quale raccontiamo la Toscana in base alla nostra personale esperienza.

Chi siamo | Copyright | Informativa Privacy | Note legali | La tua pubblicità su ToscanaGo | ToscanaPedia 
Copyright ©ToscanaGo 2012-2020 - Tutti i diritti riservati - E' vietata qualsiasi riproduzione di fotografie e testi - Partita Iva 01809400474

Realizzazione Portale Turistico e di Informazione