Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Mazzanti Automobili

Il costruttore toscano di supercar ha sede a Pontedera, cittadina in provincia di Pisa: produce la Evantra, terzo modello nella storia della casa automobilistica, sintesi di alta tecnologia e di sinuose linee estetiche, capace di raggiungere una velocità di oltre 350 km/h e di uno scatto 0-100 km/h di soli 3,2 secondi.

"Evantra non è nata per piacere a tutti ma per essere se stessa e per emozionare con il suo carattere e la sua esclusività": sono queste le parole schiette con le quali Luca Mazzanti ama parlare della propria creatura, un'auto capace di trasmettere forti emozioni anche semplicemente ammirandola a motore spento all'interno di un garage.

Nel cuore della Toscana, a Pontedera (non molto lontano dalla sede di un'altra storica azienda motoristica della regione, la Piaggio), c'è un "piccolo" costruttore automobilistico capace di stupire il mondo intero: costruisce auto di lusso in maniera totalmente artigianale, animato dalla passione per i motori e da una buona dose di follia positiva che lo ha portato a realizzare quello che per i più rimarrà sempre e solo un desiderio irraggiungibile, ossia progettare personalmente e costruire l'auto dei propri sogni.

La casa automobilistica nasce nel 2002 come F&M Auto (Faralli e Mazzanti): una società tra Walter Faralli, restauratore di auto d'epoca figlio d'arte, e Luca Mazzanti, pistoiese appassionato fin da bambino di motori e di disegno d'auto, che nel tempo acuisisce competenze nel campo anche grazie alla frequentazione della carrozzeria del padre. I due partono da zero e in pochi anni realizzano due supercar in esemplare unico, tra cui la Antas il cui nome significa aquila in etrusco: un'auto estrema anche nella concezione, con delle linee particolarissime a metà strada tra il moderno ed il retrò ed un posteriore che ricorda alcuni modelli di Bugatti su cui è stato posizionato un "cattivissimo" alettone in carbonio.

Il 2009 è l'anno della svolta. L'attività di costruzione automobilistica e quella del restauro d'autore hanno un'accelerazione positiva e le strade di Luca e Walter si dividono anche se solo lavorativamente: le due realtà automotive hanno adesso la forza per muoversi ciascuna sulle proprie gambe e diventano quindi due corpi distinti (la Mazzanti Automobili e la Faralli Restauri), ciascuna leader dello specifico settore di riferimento ma unite ancora oggi da una stretta collaborazione e da una profonda stima reciproca tra i due titolari.

Due anni e mezzo di lavoro a quattro mani insieme a Zsolt Tarnok, oggi chief designer di Mazzanti Automobili, portano Luca all'obiettivo di tutta una vita: la nascita di Evantra, l'esclusiva coupè a 2 posti con motore V8 centrale in alluminio da 7 litri e 701 cavalli, un cuore meccanico di derivazione Chevrolet (Corvette) potenziato in Italia. Un mostro di potenza in cui ciascun elemento è però "pensato" non soltanto dal punto di vista estetico ma anche funzionale: ogni elemento dell'auto risponde ad un preciso compito, ogni sua linea è disegnata per accarezzare sia il piacere visivo dell'eleganza che il vento durante la corsa.

La Evantra è un concentrato di alta tecnologia e qualità artigianale tipicamente italiana. Mazzanti Automobili usa infatti quasi esclusivamente fornitori nazionali e delle circa 30 aziende esterne che collaborano alla realizzazione delle proprie auto quelle straniere si contano con le dita di una mano: Bosch, Continental mentre quasi tutte le altre sono state selezionate scegliendo il meglio del made in Italy tra cui Brembo e OZ. La produzione è limitata a 5 esemplari l'anno per volontà di Luca Mazzanti che vuol seguire una ad una le proprie auto in ciascuna fase della loro realizzazione in modo da poter tenere sotto controllo ogni singolo dettaglio produttivo e garantire così la massima qualità finale.

La Toscana non può che essere orgogliosa di questa supercar che presto il pubblico potrà anche vedere sfrecciare sul circuito casalingo, il nascente Autodromo di Pontedera all'interno del quale Mazzanti Automobili svilupperà il proprio centro Ricerca e Sviluppo grazie all'accordo di collaborazione siglato nel 2014.

(ToscanaGo, 10 novembre 2014)


ToscanaGo declina ogni responsabilità sull'uso di immagini ed audio presenti nei video. Per qualsiasi violazione di diritti d'autore o altro rivolgersi a Youtube.com sui cui server si trovano i video che la nostra pagina visualizza semplicemente.

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Pubblica la tua foto su ToscanaGo

Info Provincia di Pisa

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU

Forum


Il forum gratuito di ToscanaGo
(accedi con password di registrazione al sito)