Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Ronde di Pomarance 2013

E' tutto pronto, in Valdicecina, per la 6^ edizione, prevista per questo fine settimana, gara oramai entrata a far parte del cuore e della mente di chi si interessa di rally. Quest’anno più che mai avrà interesse intorno al suo svolgimento, in quanto la gara organizzata da Promo Gi, in concerto con l’Amministrazione Comunale di Pomarance, sarà la finale unica nazionale del Challenge Italia Ronde Asfalto.

Scopri il calendario 2014 dei rally in Toscana.

Nata nel 2008, sempre promossa e favorita dall’Amministrazione Comunale di Pomarance, dopo sole cinque edizioni, tutte di notevole contenuto tecnico e sportivo e capaci di fare da traino per il turismo in un periodo destagionalizzato, la Ronde di Pomarance, quest’anno arriva al massimo della validità per la tipologia di gare che ha sposato sino dal primo anno. Con il vessillo “tricolore”, in bella vista la gara è pronta ad offrire agonismo e spettacolo con i suoi ben 91 equipaggi iscritti. Tra essi, coloro che potranno aspirare al titolo saranno solamente quelli che durante la stagione hanno preso il via almeno ad una delle Ronde in Calendario.

DUE GIORNI DI SFIDE - La gara sarà divisa in due giorni, l’intera kermesse sarà lunga tre. Questa è la prima novità importante, l’altra è la lunghezza dell’unica prova speciale prevista, la celebre prova di Micciano, chiamata “Valle della Trossa” (da percorrere quattro volte), che arriverà a ben 14,170 chilometri, da percorrere in senso contrario come accaduto sino al 2012, quindi una “piesse” nuova che saprà emettere verdetti importanti. L’altra novità ancora è quella del cambiamento riguardante il quartier generale, che sarà ospitato presso l’Hotel “La Burraia” in Pomarance.

I MOTIVI SPORTIVI - Aprirà le partenze il friulano Claudio De Cecco, uno dei più blasonati piloti privati italiani che conta oltre settanta successi assoluti in carriera. E’ il favorito d’obbligo al successo in gara e quindi anche nel Challenge tricolore. Il pilota udinese di Manzano sarà al via con la Ford Focus WRC ed a contendergli lo scettro ci penserà sicuramente il sardo Maurizio Diomedi, con una Citroen Xsara WRC. L’avvocato di Calangianus, un eclettico dei rallies in quanto è stato anche grande copilota cercherà certamente di insidiare De Cecco e contestualmente dovrà difendersi dalle sicure incursioni che arriveranno dal lucchese Rudy Michelini, al suo debutto con una Subaru Impreza WRC S14, l’ultimo esemplare di supercar prodotto dalla Casa nipponica. Michelini non è iscritto al Challenge Italia ma sicuramente sarà un riferimento per tutti, tornado alla guida di una vettura WRC dopo due anni. Punta ad un risultato di rilievo davanti al pubblico amico il locale Carlo Alberto Senigagliesi, il trionfatore della gara lo scorso anno, di nuovo al volante della Peugeot 207 S2000 con cui appunto vinse. Ci si aspettano nuove performance di livello dallo spezzino Giuseppe Iacomini, un affezionato alla gara, di nuovo al via con la sua performante Subaru Impreza Gruppo R ed anche da Gabriele Lucchesi, il pilota più redditizio quest’anno in Toscana, grazie alle sue cinque vittorie assolute. Il driver di Bagni di Lucca non sarà al via con la sua fida Peugeot 207 ma con una Renault Clio S1600, con la quale conta comunque di inserirsi nella lotta di vertice. Sempre con una Clio S1600 saranno della partita il maremmano Alessio Santini ed il versiliese Iacopo Giannecchini, altri due piloti in grado di inserirsi molto in alto in classifica. Tra i tanti che saranno al via da tenere d’occhio ci sono anche i valdinievolini Leo Pucci con sua Renault Clio RS Gruppo N e Max Giannini, con la Citroen C2, oltre ai due pisani Michele Rovatti (Peugeot 106 rally) e Mirco Straffi, con una Clio RS pure lui.

IL PROGRAMMA - Venerdì 22 e sabato 23 novembre sono in programma le operazioni di verifica amministrativa e tecnica: il venerdì dalle 20,00 alle 23,30, il sabato dalle 09,00 alle 12,30. Sempre sabato 23 novembre avranno luogo le ricognizioni del percorso da parte dei concorrenti ed il test con le vetture da gara, lo Shakedown. Quest’ultimo è previsto dalle 09,00 alle 13,00 (massimo 4 passaggi per concorrente) e andrà prenotato entro la chiusura delle iscrizioni mediante il pagamento di una tassa. Le ricognizioni, invece, sono previste con vetture di serie e nel massimo rispetto del Codice della Strada con le ricognizioni del percorso, dalle 12,30 alle 16,30. Le sfide inizieranno nella serata di sabato 23 novembre: alle ore 18,00 è prevista la partenza dopo la quale i concorrenti entreranno in “clima” da corsa con i primi due passaggi della prova speciale prevista. Saranno due sfide interamente con il buio, dopo i quali entreranno nel riordinamento notturno a partire dalle 22,16. L’indomani, domenica 24 novembre, la restante porzione di gara: uscita dal riordinamento notturno alle 08,30 ed arrivo finale alle ore 12,46. Sarà quindi un impegno a due facce, con l’oscurità del sabato sera e con la luce del giorno della domenica mattina, una commistione di agonismo, incertezza ed adrenalina che sicuramente eleverà la Ronde di Pomarance come una delle sfide più avvincenti della stagione.

(MGT Comunicazione, comunicato stampa 20 novembre 2013)


ToscanaGo declina ogni responsabilità sull'uso di immagini ed audio presenti nel video. Per qualsiasi violazione di diritti d'autore o altro rivolgersi a Youtube.com sui cui server si trovano i video che la nostra pagina visualizza semplicemente.

Web Soft