Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Pistoia: tra terme, blues e Pinocchio

La Provincia di Pistoia si può suddividere in tre diverse zone: la Valdinievole, la piana dell’Ombrone e la catena del Montalbano.

Il territorio della provincia di Pistoia è collocato nel nord della Toscana e confina a est con la provincia di Prato, a sud con la provincia di Firenze, a ovest con quella di Lucca e a nord con l'Emilia Romagna. E' composto in prevalenza da terreno montuoso e collinare ed è ricco di specie faunistiche e floreali, comprendendo zone di particolare rilievo paesaggistico come il padule di Fucecchio, la più importante zona umida interna italiana che si estende anche alla provincia di Firenze (guarda il fotoreportage), la riserva naturale dell’Appennino e quella delle colline della Valdinievole.

Pistoia è il capoluogo e si estende ai piedi dell’Appennino all’estremità nord-occidentale della rigogliosa pianura fiorentina attraversata dal fiume Ombrone. La città, ricca di storia e di arte, sorprende per la sua eleganza e raffinatezza. Tra le sue strade s’incontrano chiese ricche di fascino, palazzi, chiostri. Suggestivo è lo scenario offerto dalla Piazza del Duomo con il complesso degli edifici medioevali. Da ricordare è anche il celebre ospedale del Ceppo adornato dalle formelle dei Della Robbia. La città è conosciuta nel mondo per i suoi vivai e per il festival del blues, il Pistoia Blues, che si tiene ogni anno nel mese di luglio. L’offerta turistica della città è fuori dai tradizionali circuiti con itinerari insoliti e particolari che andrebbero ulteriormente valorizzati.

La provincia si può suddividere in tre diverse zone.

La Valdinievole è una ridente area pianeggiante circondata da dolci colline sulle cui pendici si coltiva la vite e l’olivo e sulle cui cime sorgono antichi borghi. La pianura si protende verso il Padule di Fucecchio, la più vasta area umida protetta d’Italia. Da ammirare la straordinaria varietà dei paesaggi e degli ambienti naturali: le morbide colline del Montalbano e della Svizzera Pesciatina. Nella parte superiore vi troviamo i centri termali di Montecatini Terme e Monsummano Terme, apprezzati e conosciutissimi anche all’estero, il borgo medioevale di Buggiano, Massa e Cozzile, Pieve a Nievole, Lamporecchio, Larciano, Chiesina Uzzanese, Pescia (la città dei fiori) e il borgo di Collodi, che ha dato i natali a Carlo Lorenzini (autore di Pinocchio).

La piana dell’Ombrone a sud-est di Pistoia si prolunga verso il territorio fiorentino e comprende i comuni di Agliana, Quarrata e il borgo di Serravalle Pistoiese. E’ in questa zona che si trova la maggior parte delle aziende florovivaistiche della provincia, che esporta piante in tutto il mondo.

L'area del Montalbano si estende nelle province di Firenze e Prato. Le sue colline sono ricche di castagneti, vigneti e oliveti. E' meta di escursioni e passeggiate alla scoperta di borghi pittoreschi e delle produzioni tipiche locali.

E’ una regione che comprende ariose vallate con centri di villeggiatura contornati da montagne dalle magnifiche foreste: quella dell’Acquerino, quella dell’Abetone e di Boscolungo. L’Ecomuseo della Montagna Pistoiese prevede itinerari che raccontano la storia e le tradizioni della montagna: itinerari lontani dai luoghi frequentati dal turismo di massa, alla scoperta dell'autentica cultura toscana.

(ToscanaGo, 30 marzo 2013)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


ToscanaGo declina ogni responsabilità sull'uso di immagini ed audio presenti nel video. Per qualsiasi violazione di diritti d'autore o altro rivolgersi a Youtube.com sui cui server si trovano i video che la nostra pagina visualizza semplicemente.

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Info Comune di Pistoia

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU