Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

31° Rally della Valdinievole: vincono Artino e Ghilardi

Luca Artino e Titti Ghilardi vincono il Rally della Valdinievole 2015Una gara appassionante, tra ieri sera ed oggi, ha eletto un nome nuovo nell’albo d’oro della gara, il pilota di Lamporecchio, che lo scorso anno chiuse terzo assoluto, il quale si è aggiudicato il Memorial Antonio Pappalardo, in ricordo dell’ex Sindaco di Larciano, scomparso prematuramente lo scorso marzo. Ai posti d’onore il pisano Senigagliesi (Peugeot 207 S2000) ed il lucchese Pierotti (Renault Clio R3).

Scopri il calendario 2015 dei rally in Toscana.

FOTO COPYRIGHT TOSCANAGO © RIPRODUZIONE RISERVATA

Larciano (Pistoia), 03 maggio 2015 - Terza vittoria assoluta in carriera per Luca Artino, oggi, al 31° Rally Valdinievole, terzo atto del Trofeo Rally Nazionali di IV zona e valido sia per l’Open Rally Toscana e per il Trofeo ACI Lucca.

Il pilota di Lamporecchio, di nuovo al volante della Skoda Fabia S2000, affiancato per la seconda volta dalla lucchese Titti Ghilardi, ha iscritto per la prima volta il proprio nome nell’albo d’oro della gara dopo che lo scorso anno giunse terzo assoluto e lo ha fatto al termine di due giorni di gara veramente tirati quanto anche spettacolari.

Ad Artino è stato quindi consegnato il “Memorial Antonio Pappalardo”, istituito dall’organizzazione, la locale scuderia Jolly Racing Team, in ricordo dell’ex Sindaco di Larciano prematuramente scomparso lo scorso 4 marzo, uomo di grandi valori, estremamente convinto della valenza del rally come veicolo di immagine del territorio che ha amministrato negli ultimi anni con ampi consensi.

Artino, che quest’anno aveva già salito il gradino più alto del podio al Ciocco “nazionale”, ha ingaggiato un acceso duello con il pisano Carlo Alberto Senigagliesi, al via con Morganti alle note su una Peugeot 207 S2000.

Sino alla quarta prova i due sono stati vicini, lottando sul filo dei secondi e scambiandosi anche più volte la leadership, con il futuro vincitore che ha sudato freddo anche per una foratura. Poi, dalla settima prova sulle otto disponibili ha attaccato a fondo trovando lo spunto vincente, quello che lo ha portato alla vittoria.

Senigagliesi, mai domo pur se indisposto fisicamente, ha lottato comunque con forza, meritandosi l’applauso dei tanti appassionati che hanno seguito il rally. Un rally che ha segnato un nuovo passo della sua storia con una modifica radicale del percorso rispetto al recente passato, andando a rispolverare percorsi “storici” del rallismo toscano.

Al terzo posto ha chiuso il lucchese Luca Pierotti, in coppia con Manuela Milli su una Renault Clio R3. Rientrante dopo due anni di pausa, l’avvocato lucchese ha saputo entrare bene in sintonia con il selettivo percorso proposto e con la vettura, che lo ha portato ai vertici dalla quarta occasione cronometrata, dopo un avvio trascorso a riprendere in mano ed in mente gli equilibri necessari per essere competitivo.

Ai piedi del podio, in quarta posizione, ha terminato il fiorentino Leonardo Santoni, in coppia con Butelli, pure loro su una Renault Clio R3. Per loro una gara notevole, partita in decima posizione ieri sera e finita oggi pomeriggio con un esaltante crescendo.

La top five è stata completata dalla Abarth Grande Punto S2000 dei lucchesi Bedini-Pippi, autori di una prestazione pregevole, costantemente nei quartieri alti della classifica.

Sotto la bandiera a scacchi, posta in centro a Larciano, non sono riusciti a transitare in diversi tra colo che avevano vivacizzato il confronto con il cronometro, a partire dall’atteso Gabriele Tognozzi, (Renault Clio S1600) fermatosi poco dopo la ripresa della gara stamani (PS3) per un testacoda che lo ha incastrato in un punto stretto della carreggiata, poi lo spezzino Giuseppe Iacomini, fermato dalla pompa della benzina della sua Subaru Impreza Gruppo R4, Davide Giordano (Mitsubishi Lancer Evolution Gr. N) , fermato dal cambio sulla penultima prova speciale di Buggiano, ed anche Fabio Pinelli, per la rottura del condotto benzina alla sua Renault Clio R3.

La gara è stata seguita da migliaia di appassionati, i quali hanno assistito in sicurezza a tutte le prove speciali disputate, conferma del forte apprezzamento del format rinnovato, ed anche all’arrivo i concorrenti sono stati accolti dalla folla delle grandi occasioni, cosa che ha gratificato gli enormi sforzi organizzativi compiuti dalla Jolly Racing Team per dare continuità ad uno dei rallies di riferimento nel panorama regionale e nazionale.

(MGT Comunicazione, comunicato stampa 3 maggio 2015)


Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Info Comune di Pistoia

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU