Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Pieve di Santa Maria e di San Leonardo

La piccola chiesa romanica si trova appena fuori dalle mura del borgo medioevale di Artimino, nei pressi della villa medicea la Ferdinanda.

La pieve romanica dedicata a Santa Maria e San Leonardo è stata fondata dalla Contessa Matilde di Canossa e si trova ad appena 230 metri sul livello del mare, sulle colline del Montalbano, proprio a due passi dal borgo medioevale di Artimino. Costruita nel X secolo e poi ristrutturata più volte (la copertura a volte della crociera delle navate interne risale al XIV secolo così come la costruzione della canonica) è realizzata in pietra arenite leggermente color ocra di provenienza locale.

La chiesa è divisa in tre navate, coperte da trecentesche volte a crocera, che terminano con le tre absidi posteriosi esternamente differenti tra loro: le due laterali con piccoli archi ciechi adagiati su lesene mentre quella centrale, ovviamente più ampia, caratterizzata da profonde nicchie a fornice di influsso lombardo. La facciata principale, alla quale si accede dalla strada attraverso una scalinata, presenta un piccolo portito ed un arco cieco a tutto sesto (che corrisponde esattamente alla navata principale) con all’interno una bifora.

Numerose sono le opere d'arte custodite al suo interno: dalla pala della Madonna del Pozzo attribuita a Franciabigio (copia di un dipinto di Raffaello) al dipinto con la Crocifissione dietro l’altare, dalle due statue in legno di San Leonardo e Sant'Antonio abate al gruppo in terracotta raffigurante la Visitazione a Santa Elisabetta, oltre ad un affresco di Cristo benedicente, nell'abside sinistra, e un Crocifisso datato 1560.

Sotto il loggiato cinquecentesco della facciata anteriore, al fianco del quale sorge la torre campanaria circondata dai cipressi, erano conservate alcune urne cinerarie etrusche oggi sostituite da copie e i cui originali si trovano all'interno del Museo Archeologico Francesco Nicosia di Artimino.

(ToscanaGo, 4 luglio 2013. Guarda il nostro reportage fotografico)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


ToscanaGo declina ogni responsabilità sull'uso di immagini ed audio presenti nel video. Per qualsiasi violazione di diritti d'autore o altro rivolgersi a Youtube.com sui cui server si trovano i video che la nostra pagina visualizza semplicemente.

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Info Provincia di Prato

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU