Il Bruscello Poliziano 2014

La storia di Giulietta e Romeo non è nuova al pubblico del Bruscello, alcune volte già rappresentata in un’edizione con le musiche del Can. Gino Quinti e il libretto di Renato Gargaloni, commuovendo da sempre gli spettatori per la drammaticità dell’amore dei due protagonisti. Questa del 2014 è completamente nuova, sia nelle tematiche del racconto e quindi nei testi delle due bruscellanti Irene Tofanini e Chiara Protasi, che ispirate a Shakespeare, ne hanno colto i momenti significativi della tragedia dei due giovani amanti, che le musiche del Maestro Alessio Tiezzi al suo terzo Bruscello.

Una storia che ben si addice alla strofetta che il Cantastorie da sempre ci canta nella sua “Buonanotte”, ed in particolare nella seconda quartina …Ecco termina il dramma ed il canto, che avrà fatto soffrir più di un cuore, forse è poca la gioia, troppo il pianto, ma è la vita ch’è fatta così…

L’allestimento nel suo insieme (scene-costumi-coreografie e regia) è affidato a Franco Romani e Stefano Bernardini.

La piccola orchestra del Bruscello è diretta da Alessio Tiezzi.

ToscanaGo declina ogni responsabilità sull'uso di immagini ed audio presenti nel video. Per qualsiasi violazione di diritti d'autore o altro rivolgersi a Youtube.com sui cui server si trovano i video che la nostra pagina visualizza semplicemente.

Il gruppo dei bruscellanti (oltre cento tra interpreti solisti, coro, bambini, orchestra) sta lavorando da alcuni mesi per presentare un Bruscello all’altezza delle edizioni che l’hanno preceduto cercando, se pur nella tradizione, quell’evoluzione necessaria affinché lo spettacolo possa ricordare l’appuntamento dei settantacinque anni che la compagnia si accinge a festeggiare.

La tragedia di Romeo e Giulietta ha per oggetto l’amore e la tragicità dell’amore. Dell’amore è certamente un’opera che celebra il mito in un modo tale da farle assumere la funzione di paradigma. L’amore e Romeo con Giulietta fa tutt’uno nell’immaginazione collettiva. È di scena l’amore puro, rarefatto e senza condizioni, e nonostante sia anche un amore carnale, sembrerebbe tuttavia sottratto all’ipoteca sessuale esaltandone la trattazione idealistica e romantica.

Gli inestinguibili odi familiari, lo sferragliare delle spade, i sussurri amorosi dei due giovani in amore, l’enfasi e il lirismo sentimentale senza paragoni del loro fraseggio amoroso, il ballo intrecciato del caso e della malasorte, il sinistro operare dei veleni nel freddo dell’avello, le morti incrociate degli amanti resteranno nella memoria in fiamme dello spettatore avvinto nel binomio di sempre: l’amore che eleva le anime in cielo e la morte che trascina i corpi sottoterra.

(Il Bruscello Poliziano, comunicato stampa 13 luglio 2014. Programma completo: clicca qui)




ToscanaGo non è un'agenzia di viaggi o un tour operator: non ci occupiamo di prenotazioni alberghiere nè vendiamo o rivendiamo pacchetti turistici o altro.
ToscanaGo è un blog personale, non periodico, nel quale raccontiamo la Toscana in base alla nostra personale esperienza.

Chi siamo | Copyright | Informativa Privacy | Note legali | La tua pubblicità su ToscanaGo | ToscanaPedia 
Copyright ©ToscanaGo 2012-2020 - Tutti i diritti riservati - E' vietata qualsiasi riproduzione di fotografie e testi - Partita Iva 01809400474

Realizzazione Portale Turistico e di Informazione