Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Il palio di Siena, adrenalina toscana

"Il Palio è il Palio. Nessuna interpretazione sociologica, storica, antropologica, potrebbe spiegarlo. Sublimazione e dannazione insieme del fato di ogni singolo senese e nella sua cittadinanza. Rogo furente della senesità, in ogni caso impareggiabile conferma di essa" (Mario Luzi, 1998).

Il Palio di Siena è una competizione in forma di giostra equestre medievale che si svolge tra 10 delle 17 contrade in cui è divisa la città: le sette contrade che non hanno corso il Palio dell'anno precedente ed altre tre che vengono sorteggiate tra le dieci che hanno partecipato l'anno prima.


La competizione si effettua due volte l'anno: il Palio di Provenzano il 2 luglio e il Palio dell'Assunta il 16 agosto. Ciascun Palio dura 4 giorni: dalla mattina dell'assegnazione dei cavalli alle varie contrade partecipanti, passando per le giornate delle prove, fino all'ultimo giorno, quello decisivo in cui si corre la gara.

Per il pubblico che viene da fuori città il Palio di Siena è una semplice corsa di cavalli, per quanto molto affascinante: per i senesi è la vita stessa, è la loro ragion d'essere.

Il 2 luglio 2012 siamo stati a Siena ed abbiamo assistito dal vivo alla corsa di cui potete rivivere le emozioni leggendo il racconto dell'evento e guardando il coloratissimo fotoreportage Palio di Provenzano 2012.

(ToscanaGo, 26 febbraio 2015. Consulta anche ristoranti e hotel in zona provati da ToscanaGo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


ToscanaGo declina ogni responsabilità sull'uso di immagini ed audio presenti nei video. Per qualsiasi violazione di diritti d'autore o altro rivolgersi a Youtube.com sui cui server si trovano i video che la nostra pagina visualizza semplicemente.

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Pubblica la tua foto su ToscanaGo

Notizie collegate

Info Terre di Siena

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU

Forum


Il forum gratuito di ToscanaGo
(accedi con password di registrazione al sito)

Fondazione Musei Senesi: il Chianti