Palio dei Somari 2015 a Torrita di Siena

Il primo atto ufficiale è appunto rappresentato dalla ufficializzazione del programma degli eventi che diventa l’agenda di una comunità che vive la propria festa popolare con un tale trasporto da non risparmiare praticamente nessuna famiglia.

Il “cartellone” si aprirà dunque sabato 14 marzo con due appuntamenti che faranno subito schizzare verso l’alto la temperatura della passione contradaiola. Alle 18,30, nella centralissima Piazza Matteotti, avverrà infatti il Sorteggio dell’ordine di sfilata del corteo storico ma soprattutto delle quattro batterie eliminatorie della cora con lo spettacolo di rievocazione storica “Torrita AD 1358, la fortuna di un Castello”. Subito dopo l’Aperitivo Medievale “Nunc Est Bibendum” apriranno le celebri “taverne”. Le cucine delle contrade offriranno i propri migliori piatti, a cominciare da caratteristici antipastici, passando per i pici al sugo, fino ai secondi e ai dolci.

La cittadella medievale, illuminata ed addobbata con particolare cura, sarà animata dall’inedito Mercato della Nencia, che raccoglierà artigiani e prodotti in tema con la rievocazione storica, e dalle coinvolgenti esibizioni di artisti di strada, saltimbanchi, mangiafuoco e giullari.

Domenica 15 marzo il programma sarà soprattutto caratterizzato, alle 16.00, sempre in Piazza del Comune, dalla Festa dei Giovani Sbandieratori e Tamburini. Si incontreranno così i giovani rappresentanti del Palio dei Somari, del Quartiere Prato di San Quirico d’Orcia, dei Musici Terzieri di Porta Fiorentina e dei Piccoli Sbandieratori e Tamburini Bravio delle Botti di Montepulciano.

Dal lunedì 16 a mercoledì 18 Marzo, epicentro della manifestazione sarà il Teatro Comunale degli Oscuri che, nelle tre serate, ospiterà rispettivamente la cerimonia di premiazione dei ragazzi delle Scuole per il concorso "I ragazzi raccontano il Palio", gli esilaranti giochi tra contrade "Chissà se in contrada si sa" e la serata della Cultura "In - Canta - Oscuri", coordinata dall'Accademia degli Oscuri.

Da venerdì 20 Marzo la tensione si farà più palpabile: in occasione delle cene propiziatorie le otto contrade (Cavone, Le Fonti, Refenero, Stazione, Porta a pago, Porta a Sole, Porta Gavina e Porta Nova) presenteranno i propri fantini. Sabato sarà il giorno del banchetto medievale, della presentazione del panno dedicato a San Giuseppe (dipinto quest’anno dal giovane artista Maurizio Rapiti di Città di Castello) e della gara tra gli sbandieratori e tamburini.

Infine domenica Palio, 58° della serie, che designerà la contrada che succederà nell’albo d’oro, alla Stazione, trionfatrice nel 2014.

(Associazione Sagra San Giuseppe, comunicato stampa 20 febbraio 2015)




ToscanaGo non è un'agenzia di viaggi o un tour operator: non ci occupiamo di prenotazioni alberghiere nè vendiamo o rivendiamo pacchetti turistici o altro.
ToscanaGo è un blog personale, non periodico, nel quale raccontiamo la Toscana in base alla nostra personale esperienza.

Chi siamo | Copyright | Informativa Privacy | Note legali | La tua pubblicità su ToscanaGo | ToscanaPedia 
Copyright ©ToscanaGo 2012-2020 - Tutti i diritti riservati - E' vietata qualsiasi riproduzione di fotografie e testi - Partita Iva 01809400474

Realizzazione Portale Turistico e di Informazione